mercoledì 23 novembre 2011

Il Canto di Gráinne

23 Luglio 2009
Dov'è? Dov'è il mio Diarmuid?
Dov'è il mio Signore, dal volto di neve
e rubiconde cote, di volo di corvo i capelli,
e di tenera carne il corpo?
Dov'è il dolce Diarmuid?

Vissi in Eriu la verde
ed amai, molto amai, ai tempi di Finn,
Capo dei Fianna, coraggiosi guerrieri.
E Finn il biondo mi amo; ma, come allora domando:
dov'è il bel Diarmuid?

Nel fulgore dorato dei miei capelli,
nel vermiglio della mia veste
nello splendore abbagliante della mia bellezza
gli apparsi un giorno, a Tara dei Re, ed ora
Dov'è  il giovane Diarmuid?

Col magico sigillo lo presi,
con un geis di magia ed obbligo
lo convinsi a portarmi lontano, perchè allo splendore
del suo Essere uomo non volli resistere, e chiedo
Dov'è l'amato Diarmuid?

Un' antro nascosto fu il nostro castello,
di giunchi ed erbe odorose il nostro giaciglio,
di incanto e rapimento il nostro Amore,
di albe e tramonti il nostro cammino, eppure non so,
Dov'è il divino Diarmuid?

La Luna nei miei occhi
si unì al Sole nel suo sguardo,
e godemmo di pace perfetta, nel rifugio
del Bosco Antico che ci  accolse; ora mi manca e dico
Dov'è lo splendente Diarmuid?

Torna Amante mio, mio Cuore, mio Amore,
Torna o Uomo della Verde Terra,
Torna ardente Metà del mio Essere, ed ancora
ci congiungeremo nella Pianura di Miele,
dove la Gente Ridente ci accolse. Dimmi,
Dove sei, Diarmuid?
*
Il nome Gráinne sembra sia appartenuto ad una antica Dea Irlandese, e potrebbe derivare dal gaelico grian "sole" oppure da grá "amore".
Gráinne è anche l'eroina di un più tardo racconto epico irlandese: L'inseguimento di Diarmuid e Gráinne.
 Figlia del Re supremo d'Irlanda, Gráinne venne data in sposa a Finn, capo dei Fianna d'Irlanda, una cerchia di combattenti, ma anche poeti e cantori al servizio del Re.
La notte prima delle nozze, durante il banchetto, essa vide fra gli invitati il bellissimo Diarmuid, uno fra i congiunti del vecchio Finn, ed innamoratasene, lo costrinse a fuggire con lei, con una sorta di incantesimo/maledizione che Diarmuid non avrebbe potuto ignorare.
  Furono a lungo braccati da Finn e dai suoi, il quale come risarcimento per il disonore subito chiedeva la morte dei due amanti. Ma questi si riugiarono nella foresta, aiutati da Aengus Og, il Dio dell'Amore e difesi dalla maestria guerriera di Diarmuid. 
In fine, grazie all'intercessione di altri Fianna, venne stabilito un accordo fra Fin, Diarmaid e Gráinne, di modo che questi ultimi potessero vivere il pace nelle loro terre, in un forte che venne chiamato Rath Gráinne "Forte del Sole". 
Un giorno però, anni dopo, Diarmuid venne ucciso da un cinghiale durante una caccia indetta da Finn, e così egli ebbe la sua vendetta.
Più tardi, nel folklore, essa divenne una delle Regine delle Fate, ed i dolmen vennero indicati come "i giacigli di Diarmuid e Gráinne", poichè si credeva che durante il loro errare come fuggitivi avessero spesso riposato alla loro ombra.
Secondo alcuni la figura di Gráinne sarebbe anche un prototipo della madre di Artù, Igraine e la sua storia sarebbe il modello del triangolo amoroso fra Uther Pendragon, Igraine e Gorlois, ripetuto fra Tristan, Iseul e March, od anche tra Lancillotto, Ginevra ed Artù.

Nessun commento:

Posta un commento