mercoledì 23 novembre 2011

Frammenti di Persefone: la Discesa

 27 Settembre 2009
  Persephone di James Adams

Silenzio...
Scende Persefone...
Scende la scala tortuosa che porta all'Ade invisibile, oltre la Rupe Bianca, oltre gli asfodeli e i morti senza luce, scende al suo regno ombroso, di terra umida e ricchezze celate. E' Regina ora, non più fanciulla timorosa; ha conosciuto il segreto del nodo di sangue, del flusso dolce, dell'onda che sempre torna, ad ogni mese, ad ogni luna.
Kore è Despina.
Cerridwen, prendimi per mano e conducimi nei buii recessi della Grotta interiore, nel Calderone di Sapienza, nel Grembo racchiuso dalle foglie cadute e dal profoumo di muschio. Lungo la Via a Spirale sorreggi i miei passi, ad ogni nuovo giro di Ruota.
Nel più profondo del riflesso sull'acqua ti verrò a cercare.
Nel silenzio argenteo di una notte di luna concedimi, Ariadne, il tuo filo scarlatto, affinchè possa affrontare il Labirinto senza perdermi o cedere alle prigioni. Prezioso è il tuo dono, e foriero di speranza! Che io possa abbracciare lo Stellato, Asterio possente, ed in lui ritrovare quello che ho perduto.
Guida i mie passi, o sommamente Alta.
Che sia una Discesa colma di tesori di consapevolezza che mandano bagliori fra le zolle di terra, che sia un'ennesima svolta che ci porta un po' più vicini alla Meta, che sia una maschera in più che cadendo ci lasci un po' più liberi, un po' più veri.
E' tempo di Discesa. E' tempo di Silenzio.

Anche se in ritardo, felice Equinozio d'Autunno a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento