venerdì 1 giugno 2012

Canto del Femminile e del Maschile

Lei:
Quando m'unisco a te nelle Sacre Nozze,
quando m'unisco a te nel Dolce Matrimonio,
quando m'unisco a te nel solo vincolo che posso accettare,
quando m'unisco a te nel celebrare Amore,

in me vivono tutte le Terre rigogliose e assetate,
in me vivono tutte le corolle in attesa dell'ape,
in me vivono tutte le gemme che s'aprono al tuo tocco,
in me vivono tutte le cerve, le giovenche e le puledre.

Lui:
Quando m'unisco a te nelle Sacre Nozze,
quando m'unisco a te nel Dolce Matrimonio,
quando m'unisco a te nel solo vincolo che posso accettare,
quando m'unisco a te nel celebrare Amore,

in me vivono tutti i Cieli limpidi e piovosi,
in me vivono tutti gli insetti in cerca di dolce polline,
in me vivono tutti i virgulti che crescono al tuo tocco,
in me vivono tutti i cervi, i tori e gli stalloni.

Lei:
In me tutte le Acque tendono a te,
in me tutte le farfalle tendono al tuo nettare,
in me tutte le spighe tendono ai tuoi venti,
in me tutte le foglie tendono alla tua Luce.

Lui:
In me tutti i Fuochi tendono a te,
in me tutti i fiori tendono alla tua venuta,
in me tutti i vigneti tendono alle tue piogge,
in me tutti i rami tendono alla tua Luce.

Lei:
Quanto tu ti abbandoni con me al Dio che seduce,
tutto ciò che è, che è stato, e che sarà Femmina
invoca il tuo esserci ed il tuo restare,
invoca il tuo ardore ed il tuo calore,
invoca il tuo abbraccio ed il tuo stringere,
invoca il tuo amplesso ed il tuo desiderio.

Lui:
Quando tu ti abbandoni con me al Dio che seduce,
tutto ciò che è, che è stato, e che sarà Maschio
invoca la tua vicinanza e la tua presenza,
invoca la tua tenerezza e la tua freschezza,
invoca la tua presa la tua carezza,
invoca la tua resa e la tua brama.

Lei:
Nei tuoi passi sicuri l'incedere di ogni toro,
nei tuoi arti tutti gli alberi che hanno germogliato,
nei tuoi capelli tutto il grano che ha nutrito gli Uomini,
nei tuoi occhi tutti i raggi di Sole che hanno baciato il Mare.



Lui:
Nei tuoi passi aggrazziati l'incedere di ogni felino,
nei tuoi arti tutte le valli che i fiumi hanno scavato,
nei tuoi capelli tutte le erbe profumate non coltivate,
nei tuoi occhi tutti i raggi di Luna che hanno baciato il Bosco.

 Lei:
Nelle tue labbra tutta l'Ebbrezza del vino,
nelle tue risate tutti i canti degli uccelli,
nelle tue parole tutte le sfumature dell'Arcobaleno,
nelle tue favole tutte le meraviglie di tutti i Mondi.

Lui:
Nelle tue labbra tutti i sorrisi delle Donne,
nelle tue risate tutti i canti dei ruscelli,
nelle tue parole tutte le sfumature delle rose,
nelle tue favole tutta la bellezza di questo Mondo.

Lei:
Nel tuo cuore tutti i tamburi che mai hanno suonato,
nel tuo petto tutta la liscia perfezione di ogni pianura,
nel tuo ventre tutti i Fuochi che hanno illuminato la Notte,
nel tuo Fallo tutti i lampi che il Cielo  ha seminato.

Lui:
Nel tuo cuore tutti i flauti che mai hanno suonato,
nel tuo seno tutti i frutti che la Terra ha nutrito,
nel tuo ventre tutte le Grotte che ha modellato l'Acqua,
nella tua Vulva tutte le conchiglie che il Mare ha cullato.

Lei:
Nel tuo guardare l'attrazione del Sole,
nella tua schiena l'arco del Cielo,
nelle tue braccia i solchi delle nuvole,
nelle tue dita i soffi del vento,
nelle tue natiche le curve dei tramonti.

Lui:
Nel tuo guardare la forza di ciascuna marea,
nella tua schiena l'arco delle Montagne,
nelle tue braccia le radici degli alberi,
nelle tue dita i cristalli di sotto la Terra,
nelle tue natiche le curve delle colline.

Lei:
O tu che sei tutta la Forza e la Luce,
unisciti a me!
Con tutto il desiderio che ogni cosa Femminile
ha avuto per tutto quello che è Maschile,
così io ti bramo!

Lui:
O tu che sei tutta la Bellezza e la Luce,
unisciti a me!
Con tutta la brama che ogni cosa Maschile
ha avuto per quello che è Femminile,
così io ti desidero!

Lei:
Nell'unione con te, ecco, io trovo Me Stessa,
non opposta a te, Dolce Amore, ma di eguale Sostanza.

Lui:
Nell'unione con te, ecco, io trovo Me Stesso,
non opposto a te, Dolce Amore, ma di eguale Essenza.

Insieme:
Tu sei in Me ed io sono in Te,
Tu sei Me ed io sono Te.

6 commenti:

  1. leggo questa poesia dopo aver passato la serata con il mio Amore senza Tempo..e mi scende una lacrima..
    grazie

    RispondiElimina
  2. Sara non smetterò mai di pensare che sei l'unica al mondo che amo leggere in forma poetica. L'unica che mi arriva diretta al cuore come un dardo arrivato dal mare.
    Gli altri non contano niente.
    LOVVO tantissimo
    la tua zietta
    Artemisia

    RispondiElimina
  3. Stellina dolce...traboccante d'amore, ma quando scriverai una bella raccolta con tutte le tue poesie, da donare ai mortali che ancora non hanno udito le tue sacre, vibranti e dolci parole?!!!

    RispondiElimina
  4. :))) Mausci, grazie davvero per questi tuoi commenti non sai davvero quanto mi facciano piacere. Se queste poesie riescono a smuovere anche solo una pagliuzza dentro chi le legge, allora hanno raggiunto il loro scopo!

    Zietta non sai quanto sono onorata, detto poi da una Donna splendida quale tu sei...arrossisco :)

    E Rebbina bella e dolce, potrei in effetti, mi hai dato da pensare...anche se ho una certa qual paura, e poi non so se qualcuno le pubblicherebbe, ne come fare il tutto. Suggerimenti?

    Tanti bacini a tutte e tre fanciulline carissime :***

    RispondiElimina
  5. Condivido il pensiero della Reb. Poesie e cante che meritano di essere lì... in un libro dalla dolce copertina :***
    Immagino già le Fortunate a trovarlo sulle bancarelle! "Raccolte nel giardino di Elke" *.*
    Danina

    RispondiElimina
  6. Mi incanta molto il tuo modo di scrivere Sara! E' proprio un piacere e una meraviglia leggerti! Porte aperte verso sensazioni vere , osservate nell'anima. Grazie! :**

    RispondiElimina