venerdì 26 febbraio 2016

Il Prato nel Piatto

Il prato nel piatto di Alma Lanzani Abbà, Mondadori, 1989.
Numero pagine: 388
Lingua originale: italiano
Prima edizione: 1989

Questo interessantissimo e prezioso volume, come molti altri riguardo alle erbe, l'ho sempre avuto in casa, complice mia madre che mi ha trasmesso la passione per queste verdi amiche terrestri. Nella parte di libreria dedicata alle piante, non mi aveva colpito molto all'inizio, eppure, quando mi sono messa a sfogliarlo, ho scoperto che era molto più utile ed interessante di altri. O meglio, diverso, in quanto piuttosto che trasmettere nozioni, invita alla pratica. E' infatti un libro dedicato alla fitoalimurgia, l'arte di raccogliere ed utilizzare piante a scopo alimentare, quelle stesse piante che in tempi di guerre e carestie hanno garantito la sopravvivenza dei nostri nonni e antenati.
Il volume si apre con una breve e condivisibile considerazione riguardo alle malerbe ed infestanti, e su quanto sia labile ed arbitrario il confine fra queste e tutte le altre erbe. Si trovano anche alcuni parametri sulle norme di raccolta ed alcune precisazioni interessanti su come condire le insalate selvatiche e come riutilizzare l'acqua di cottura delle erbe, estremamente ricca di elementi utili. Interessanti anche le pagine dedicate ad alcune piante tradizionalmente mangiate ma che possono dare problemi ed alcune precisazioni su particolari preparazioni.
Segue un glossario con termini medici e principi attivi, ed una tabella con i più comuni vegetali utilizzati a scopo culinario in Italia. Per ogni pianta è riportato il nome latino, quello popolare, la zona di crescita (ovunque, mare e collina o montagna) e la parte utilizzata.
Troviamo poi il cuore del libro: le piante suddivise per zona di crescita sono ordinate a seconda del colore dei loro fiori; bianchi, blu-viola, gialli, rosa-lilla, rossi e verdi. Ogni scheda specifica riporta nome latino e popolare, descrizione, storia o spiegazione del nome, usi vari e suggerimenti culinari.
Segue la parte con le ricette divise in antipasti, primi, secondi, contorni, insalate, uova, formaggio, salse e sughi, dolci, conserve, bevande, e alcune tisane e vini medicati per la salute.
Completano il testo illustrazioni in bianco e nero ed alcune foto a colori, la bibliografia e l'indice delle ricette.
Visto che la prima edizione, quella che ho io, è del 1989, non si trova facilissimamente, ma ci sono state delle ristampe e alcuni siti internet ce l'hanno, così come molte biblioteche, e poi si può sempre sperare di trovarlo in un mercatino dell'usato, ed in quel caso non fatevelo scappare perché è un vero gioiello, oltre che per l'argomento, anche perché l'autrice ha uno stile davvero piacevole e leggero.

Nessun commento:

Posta un commento